Il Progetto

Il Programma delle iniziative promosse da FLAI CGIL nell’ambito del Programma Nazionale Triennale della pesca e dell’Acquacoltura 2017-2019, rispondente al Decreto Dirigenziale n° 21919 del 13 novembre 2017, promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura, PEMAC IV – dando esecuzione al D.M. del 28/12/2016, pubblicato sulla G.U. 63 del 16/03/2017, e alle iniziative di cui agli artt. 16, 17 e 18 del D.Lgs. n. 154/2004, del 13/11/2017 – Decreto modalità attuative e invito presentazione programmi – Programma nazionale triennale della pesca e dell’acquacoltura 2017-2019 e al D.D. n.5781 del 12 marzo 2018 che norma le modalità di attuazione degli interventi previsti dal Programma Nazionale Triennale 2017-2019, prorogato al 31/12/2021 di cui al D.M. n. 179023 del 20/04/2021 registrato alla Corte dei Conti l’12/05/2021 n. 448 e pubblicato il 13/05/2021 sul sito del MIPAAF, è incentrato in azioni di informazione e formazione a sostegno dei lavoratori del settore e a difesa dell’occupazione con l’obiettivo di dare valore al lavoro.

Il Programma Nazionale, sin dal suo esordio, ha dato la possibilità allanostra organizzazione sindacale di mettersi in contattostretto e diretto con i lavoratori del comparto produttivo pesca e, attraverso una serie di iniziative e servizi, la possibilità di rappresentare le loro esigenze, ma anche e soprattutto di comprendere le difficoltà di un comparto produttivo che, sebbene economicamente rilevante a livello macroeconomico nel nostro paese, molte volte viene lasciato in secondo piano dalla legislazione di settore, e che pertanto richiede di essere rappresentata in maniera più incisiva da parte di tutte le organizzazioni. 

I risultati raggiunti sono stati possibili grazie allo stretto rapporto con i lavoratori, instauratosi direttamente nelle marinerie e nei centri servizi territoriali. 

Il “Programma di iniziative e servizi a tutela dei lavoratori della pesca e dell’acquacoltura” –  Annualità 2021  è il risultato dell’analisi che la Flai CGIL, in base alla propria conoscenza del quadro normativo e del settore egrazie alle risorse del MIPAAF, ha permesso di dare continuità a quanto già descritto nel Programma Triennale, presentato a questa Direzione nelle annualità precedenti.La Flai CGIL ha messo in campo nuove azioni legate ai principali temi di attualità: dai cambiamenti climatici, all’approccio ecosistemico, alle riduzioni delle giornate di pesca, alla corretta modulazione dello sforzo di pesca. 

Con l’Annualità 2021 abbiamo incrementato, sostenuto e difeso l’occupazione, dando però voce alle problematiche dei lavoratori stessi. Proseguendo nella valorizzazione del lavoro svolto dagli addetti, attraverso il riconoscimento e la difesa dei diritti contrattuali, sociali e della sicurezza del lavoro, abbiamo promosso azioni tese a qualificare le competenze e la professionalità dei pescatori.

Tale lavoro è stato possibile solo grazie alle azioni di informazione e formazione nei vari centri servizi territoriali, svoltesi soprattutto con la collaborazione dei vari incaricati sul territorio che ben conoscono le realtà locali e ben rappresentano le esigenze dei lavoratori.

La Flai CGIL è consapevole che l’attività produttiva della pesca debba svolgersi nell’assoluto rispetto della sostenibilità ambientale e della difesa della risorsa marina, affinché essa possa continuare a garantire reddito e occupazione nel nostro Paese. Le finalità di questa ultima Annualità sono state, quindi, coerenti con il quadro normativo del settore e le linee indicate dal Programma Triennale 2017-2019.